© belgaimage

Le esportazioni valloni reggono bene, nonostante la crisi11/05/2021

Secondo i dati presentati il 4 maggio u.s. dal Ministro vallone dell'economia e del commercio estero Willy Borsus e Awex, le esportazioni delle aziende valloni hanno toccato i 47,3 miliardi di euro, in calo del 5,3% rispetto al 2019. Si tratta d'una riduzione abbastanza moderata, sotto la pandemia, ma alla fine con risultati migliori del previsto, grazie in parte al settore farmaceutico.

"La Vallonia ha limitato i danni, ha resistito, ovviamente con differenze da un’impresa all’altra e da settore a settore, ma voglio sottolineare la resilienza, l'adattabilità delle nostre aziende", ha dichiarato il Ministro Borsus, ricordando l'importanza del commercio internazionale e degli investimenti esteri per l'economia del sud del Paese. In Belgio, circa il 30% dell'occupazione è direttamente o indirettamente collegato alle esportazioni.

Due settori hanno permesso alle esportazioni valloni di resistere nel 2020. Il primo è quello farmaceutico (+2,4%), che sta compiendo progressi nel contesto della crisi sanitaria. Sorprendentemente, non si tratta di vendite di vaccini all'estero (-5,8%) ma quelli di medicinali (+17,6%) che hanno dato i migliori risultati.

Il secondo è quello inerente al materiale di trasporto (+28,2%), trainato dalle forti vendite di trasmissioni per l'automobile, che in un anno è salito dal sesto al quarto posto - tra i principali settori d’esportazione nel sud del paese. I prodotti farmaceutici, che rappresentano oltre un terzo del totale, occupano ancora il primo posto, davanti ai metalli e alle lavorazioni metallurgiche, ai macchinari e alle apparecchiature elettriche ed elettroniche.

"La ripresa dei portafoglio ordini da agosto e settembre fa ben sperare per una ripresa nei prossimi mesi", ha dichiarato Pascale Delcomminette, Amministratore delegato dell'Agenzia vallone per l'esportazione e gli investimenti esteri (Awex). Un cauto ottimismo che ci fa sperare che le esportazioni valloni superino la soglia dei 50 miliardi di euro nel 2021.

Un altro motivo d'ottimismo è che nel 2020, 110 società valloni hanno ricevuto, per il proprio impegno in materia d'internazionalizzazione, una serie di sostegni finanziari da parte di Sofinex, pari a 61,5 milioni di euro, in forte aumento rispetto all'anno precedente.