Una nuova soluzione per filtrare le acque reflue degli ospedali01/07/2020

Il gruppo industriale John Cockerill Environment, con sede a Seraing, offre una soluzione per filtrare le acque reflue ospedaliere.

Una tecnologia innovativa chiamata Medix®, basata sulla degradazione biologica al 100% dei micro-inquinanti nocivi per l'ambiente attraverso diverse membrane filtranti.

Il progetto è stato originariamente lanciato in conseguenza della quantità allarmante di farmaci nelle acque reflue. Il prodotto in questione, a cui la società belga sta lavorando da quasi 5 anni, ha ricevuto un forte impulso in conseguenza della recente pandemia. Infatti, le molecole di SARS-CoV-2 sarebbero di dimensioni simili a quelle dei micro-inquinanti che vengono filtrati dal prodotto. Così, Medix eliminerebbe circa il 99,9% del virus presente nelle acque trattate.

Quindi è il momento giusto per il gruppo belga di portare Medix sul mercato che fornisce una risposta ai problemi climatici e sanitari che stiamo affrontando. E' stato sviluppato in collaborazione con il Centro di Ricerca e di Competenza per l’Acqua (Cebedeau), l'ULiège, il LIST (Lussemburgo) e Symbio Concepts. Sostenuto dal polo di competitività vallone GreenWin, il progetto offre una soluzione per mantenere questo bene vitale, la qualità dell'acqua. Due ospedali belgi hanno già istituito una stazione di prova. Medix ha inoltre suscitato l’interesse della Francia e dei paesi scandinavi.